PROCREAZIONE MEDICA ASSISTITA


TORTONA: Centro di Procreazione Medica Assistita di Secondo Livello affiliato a   

PORTOFERRAIO:   in fase di attivazione 

Per avere un figlio

MedicArt è un centro medico specializzato nella diagnosi e cura della sterilità maschile e femminile e nelle tecniche di fecondazione assistita. Avere un bambino, infatti, è un diritto, anche se molte coppie lo considerano soltanto un sogno. MedicArt, grazie ad un’équipe di specialisti che garantisce un’ampia gamma di servizi d’eccellenza, vi accompagnerà passo dopo passo lungo la strada migliore, scelta assieme a voi, per avere un figlio. MedicArt è uno dei 359 centri di Procreazione Medica Assistita presenti in Italia, e uno dei 198 centri autorizzati all'effettuazione di tecniche di fecondazione in vitro. (fonte: Istituto Superiore di Sanità , Registro di Procreazione Medica Assistita alla data del 11/5/17) 

Percentuali di successo

Per chi si avvicina a un percorso di fecondazione assistita conoscerne le percentuali di successo è una priorità: chi si rivolge a MedicArt per farsi accompagnare nel percorso di ricerca di un figlio si aspetta di poter realizzare il proprio sogno!
Numerosi fattori possono influenzare l’efficacia del trattamento che si intraprende, tuttavia i risultati possono  arrivare anche a superare il 50% di successo, considerando il dato cumulativo.
Infatti, per comprendere appieno il potenziale di un trattamento di fecondazione assistita è fondamentale quantificare la probabilità di nascita cumulativa, cioè la somma delle chances che una paziente ha di dare alla luce un bambino a seguito di un trattamento su ciclo fresco e degli eventuali cicli di scongelamento di ovociti o embrioni crioconservati in quello stesso ciclo.

    

Una rete in tutta Italia

MedicArt fa parte del Network 9.baby. 9PuntoBaby è presente in tutta Italia con una rete di centri per consentire a chiunque di raggiungere con comodità i propri servizi. Per venire incontro ai bisogni di tutti, infatti, la rete 9.baby è strutturata con una sede principale a Bologna e oltre 20 centri in tutta Italia, per essere realmente vicini alle vostre esigenze: ovunque voi siate troverete la stessa competenza e familiarità che in tutti questi anni ha contraddistinto Tecnobios Procreazione.

Il nostro obiettivo è quello di aiutare uomini e donne lungo il loro percorso per avere un figlio. Lo facciamo offrendo un’ampia gamma di servizi per la fertilità maschile e femminile partendo dalle più innovative ed efficaci tecniche di procreazione medicalmente assistita, omologa ed eterologa, sviluppate grazie all’esperienza ventennale di Tecnobios Procreazione. Sono oltre 15.000 i bambini nati con l'aiuto dei centri 9PuntoBaby.

Che cos’è la procreazione medicalmente assistita?

La PMA, o Procreazione Medicalmente Assistita, comprende l’insieme delle metodiche che mirano a trovare un rimedio a una patologia diffusa come l’infertilità. Disciplina ormai affermata (la prima bambina ad essere stata concepita con l’aiuto della procreazione assistita è nata nel 1978), e sempre più sicura e diffusa, la PMA, grazie alle sue elevate percentuali di successo, è diventata per molte coppie una soluzione estremamente efficace ai problemi di fertilità, portando al concepimento di un numero sempre crescente di bambini in tutto il mondo.

La fecondazione assistita si suddivide in due grandi aree: la fecondazione omologa, che avviene facendo ricorso agli ovuli e agli spermatozoi della coppia, e quella eterologa, che utilizza i gameti, maschili o femminili, di un donatore esterno. In particolare la fecondazione eterologa, tornata attuabile in Italia nel giugno 2014, rappresenta una strada di assoluta validità per tutte quelle coppie che vedono totalmente compromessa la capacità di concepire con i propri gameti. La fecondazione eterologa, infatti, può vantare percentuali di successo più alte rispetto a quella omologa, perché la probabilità di portare a termine la gravidanza non dipende dall’età della donna: in caso di ovodonazione la fecondazione eterologa va a buon fine fino al 60% dei casi (dato della rivista Fertility and Sterility, 2007).
 

Il percorso terapeutico

Le coppie che si rivolgono a noi vengono seguiti da un’équipe di medici in grado di suggerire una strategia di interventi mirati ed efficaci. L’organizzazione del centro prevede che ogni paziente venga seguito da più medici, il cui lavoro è sempre coordinato dal Dottor Andrea Borini, responsabile scientifico di 9.baby. Ogni paziente, comunque, potrà scegliere un medico di riferimento (tutor) che seguirà da vicino l’evolversi del trattamento nella sua interezza, e che sarà il punto di riferimento per dubbi, domande e richieste. Ma cosa aspettarsi quando si è sul punto di intraprendere un percorso di fecondazione assistita?
Al di là delle differenze che contraddistinguono ogni singolo caso, molte fasi di questo “viaggio” si somigliano. Il primo passo è sempre un colloquio preliminare con un medico, utile a stabilire le tappe successive. Poi si prosegue con la stimolazione ovarica, a cui può seguire un prelievo degli ovociti e del liquido seminale. A questo punto, ci si comporterà in modo diverso a seconda del trattamento: nel caso della IUI gli spermatozoi vengono iniettati nella cavità uterina, mentre le tecniche FIVET e ICSI prevedono che la fecondazione avvenga in vitro, e che solo successivamente l’embrione così formato venga trasferito nell’utero.

I nostri risultati

Ciò che determina il successo dei trattamenti di procreazione assistita è innanzitutto l’esperienza degli operatori: l’équipe che trovate da Medicart fa parte del gruppo di 9.baby il quale lavora da 25 anni nel settore e ha aiutato quasi 35.000 coppie a realizzare il proprio sogno

Le migliaia di cicli effettuati per ciascun anno di attività permettono al nostro gruppo di avere una casistica importante, anche su problematiche di fertilità meno diffuse e più complesse da risolvere; le curve di apprendimento dei professionisti impiegati sono quelle tipiche di una équipe che ha avuto molteplici occasioni di mettersi alla prova sulle sfide più difficili, più e più volte.

La ricerca continua nel campo, con studi portati avanti in collaborazione con atenei ed enti di ricerca nazionali ed internazionali di alto livello, e l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, sia in sala chirurgica, sia in laboratorio,  rendono MedicArt e tutti gli altri centri 9.Baby, adatti per trovare una strada da percorrere, la soluzione adatta a te e al tuo partner.

Quello che determina il successo di un trattamento di fecondazione assistita infatti è prima di tutto una combinazione di fattori, umani, ambientali e tecnologici: una tempistica perfetta, un team affiatato e composto da un numero adeguato di professionisti di alto livello, macchinari di ultima generazione (incubatori che agiscono in atmosfera sotto ossigenata ed esempio), terreni di coltura e materiali di consumo top di gamma, una organizzazione strutturata in grado di lavorare su cicli freschi e congelati con le tempistiche ideali per realizzare il tuo desiderio di diventare genitore.

Il nostro gruppo e la nostra equipe ha tutte queste caratteristiche, con la possibilità ulteriore di indagare a fondo anche i principali fattori genetici che possono contribuire a determinare il successo dei trattamenti.

Parlando di probabilità di successo, in concreto, per comprendere appieno il potenziale di un trattamento di fecondazione assistita è fondamentale quantificare la probabilità di gravidanza nonché di nascita cumulativa, cioè la somma delle chances che una paziente ha di dare alla luce un bambino a seguito di un ciclo completo (cioè un trattamento su ciclo fresco e gli eventuali cicli di scongelamento di ovociti o embrioni crioconservati in quello stesso ciclo).

Ragionare in questi termini significa comprendere l’importanza di ottenere un buon numero di ovociti per ciclo a seguito di una adeguata stimolazione ovarica, che ginecologi esperti come i componenti della nostra equipe possono gestire al meglio, nell’ottica dell’ottenimento della gravidanza minimizzando l’impatto sul paziente di ripetuti cicli di stimolazione, nonché i costi, anche psico-fisici, oltre che economici, che ciascun paziente si trova a dover sostenere.

Come mostra il grafico che segue, nella fascia d’età 35-38 anni, in caso di recupero di più di 10 ovociti si arriva a percentuali cumulative di gravidanza superiori al 40%, che salgono a oltre il 50% in caso di recupero di un numero maggiore di ovociti, fino a sfiorare il 70%.

L’età è naturalmente il fattore rilevante. Tuttavia, anche nel caso di donne di età superiore si raggiungono risultati paragonabili e si arriva a percentuali rilevanti con l’ottimizzazione del numero di ovociti utilizzabili nel ciclo completo.

 

Grafico 9.baby

E’ un gioco di squadra che l’équipe di MedicArt e 9.baby è preparato ad affrontare al meglio, per poter garantire di avere sempre le migliori chances di successo, per ciascun trattamento.
 

LE TAPPE DEL PERSORSO DI PROCREAZIONE


Colloquio preliminare

Durante il colloquio preliminare la coppia si confronta con un medico specializzato per ricostruire la storia clinica dell’uomo e della donna, chiarendo dubbi e incertezze. In questa fase verranno illustrate le procedure, le percentuali di successo, gli eventuali rischi, i costi e le implicazioni giuridiche. Spesso chi si rivolge a un centro di fecondazione assistita è demoralizzato da una lunga serie di tentativi infruttuosi: il colloquio serve anche a rassicurare i futuri genitori, individuando gli strumenti migliori con cui affrontare il problema. MedicArt inoltre, mette a disposizione, su richiesta, un servizio di consulenza finalizzata all’ascolto e al sostegno psicologico. Per formulare la diagnosi, il medico potrà richiedere alcune analisi preliminari, dopo le quali decidere assieme il trattamento più adatto ( esami del sangue / analisi del seme / ecografie / isterosonolpingografia).

Stimolazione ovarica

La stimolazione ovarica, che avviene tramite la somministrazione di ormoni, rende possibile la produzione di un numero adeguato di ovociti. Può variare tra i sette e i dieci giorni a seconda della tipologia di trattamento. La paziente, durante questo periodo, assume quotidianamente per via sottocutanea le gonadotropine, ormoni prodotti dall’ipofisi, in grado di stimolare a livello delle ovaie la crescita di follicoli, che generano gli ovociti.

Monitoraggio

Durante la fase di stimolazione ovarica la crescita follicolare viene monitorata attentamente tramite prelievi ematici per il dosaggio dell’estradiolo (l’ormone prodotto dalle ovaie) ed esami ecografici transvaginali. Il controllo di norma avviene a giorni alterni per determinare il momento migliore per il prelievo degli ovociti: le pazienti dovranno presentarsi la mattina in modo da avere i risultati nel corso della stessa giornata.

Prelievo degli ovociti

Questa fase si verifica solo nel caso siano previste una FIVET o una ICSI o nel caso la paziente decida di conservare i propri ovociti in vista di successivi tentativi o per preservare la propria fertilità. Quando un numero sufficiente di follicoli ovarici raggiunge lo stadio pre-ovulatorio si può indurre la fase finale di maturazione follicolare, che dura 36 ore e dopo la quale la paziente viene sottoposta al prelievo ecoguidato degli ovociti, aspirati con un ago attraverso la parete vaginale. Si tratta di una semplice operazione chirurgica, eseguita in anestesia totale e moderatamente invasiva, della durata di circa due/tre ore. Alle pazienti viene chiesto di recarsi al centro con un’ora di anticipo per sottoporsi all’intervento con calma e serenità. Una volta terminata l’operazione, un medico comunicherà il risultato del trattamento e l’orario di dimissione al partner, che per rispetto della privacy di tutte le pazienti ricoverate non potrà accedere alla sala di degenza.

Prelievo del campione seminale

Dopo il prelievo degli ovociti viene chiesto all’uomo di produrre tramite masturbazione un campione seminale, che è sottoposto ad opportuni trattamenti prima di procedere con la tecnica di fecondazione assistita decisa in precedenza.

Transfer

Nel caso di FIVET o ICSI, una volta avvenuta la fecondazione gli ovociti inseminati vengono trasferiti nell’utero della donna. Il procedimento è di norma veloce e indolore: le pazienti che eseguono FIVET o ICSI sono invitate a presentarsi al centro circa 15 minuti prima del trattamento, e a restare a riposo circa 10 minuti una volta effettuato il transfer, in modo che il liquido iniettato si spanda uniformemente all’interno della cavità uterina.

 

VEDI IL VIDEO CHE SPIEGA COME FUNZIONA LA FIVET----

 

STAFF

CENTRO DI PMA

 

Andrea Borini - Responsabile Clinico
medicart2

Andrea Borini
Responsabile Clinico
Responsabile del centro

Luiza Helena Abbamonte - Specialista in ginecologia e ostetricia
medicart2

Luiza Helena Abbamonte
Specialista in ginecologia e ostetricia

Claudia Colombi - Specialista in ginecologia e ostetricia
medicart2

Claudia Colombi
Specialista in ginecologia e ostetricia

Elena Maccarini - Biologa della riproduzione
medicart2

Elena Maccarini
Biologa della riproduzione
Responsabile del laboratorio

Maria Antonietta Bonu - Biologa della riproduzione
medicart2

Maria Antonietta Bonu
Biologa della riproduzione

Maria Rita Primavera - Biologa della riproduzione
medicart2

Maria Rita Primavera
Biologa della riproduzione

 

STAFF SANITARIO DI SUPPORTO:

UROLOGI ANDROLOGI: Dott. G. Zaninetta 

ENDOCRINOLOGI: Dott. M. Gargani

DIETOLOGI - NUTRIZIONISTI : Dott. M. Calegari

PSICOLOGI: Dott.ssa L.Nossa 
--clicca qui--

AGOPUNTORI: Dott.ssa G. Distefano 

GENETISTI: Dott.ssa C.Vaccari


ANESTESISTI: Dott. Franco Terrasi

INFERMIERA: Inf. Barbara Foti





     


Il nostro staff effettua trattamenti di 2° livello anche in regime di convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale presso la struttura 9PuntoBaby di Bergamo.

 

Documenti

 

Dichiarazione consenso informato per IAH

 

Scarica

 

Dichiarazione consenso informato per IUI

 

Scarica

 

Dichiarazione cosnenso informato per Fivet su ciclo naturale

 

Scarica

 

Dichiarazione cosnenso informato per Fivet con stimolazione leggera

 

Scarica

 

Dichiarazione consenso informato per Fivet

 

Scarica

 

Dichiarazione consenso informato per Icsi

 

Scarica

 

Dichiarazione consenso informato per Tesa

 

Scarica

 

Scongelamento embrioni

 

Scarica

 

Scongelamento ovociti

 

Scarica

 

Autoconservazione Ovociti

 

Scarica

 

Richiesta di congelamento e conservazione liquido seminale

 

Scarica

 

Contratto di conservazione e custodia ovociti

 

Scarica

 

Richiesta di proroga della conservazione degli ovociti congelati

 

Scarica

 

Richiesta di interruzione della conservazione degli ovociti congelati

 

Scarica

 

Contratto conservazione liquido seminale

 

Scarica

 

Richiesta di interruzione della conservazione liquido seminale

 

Scarica

 

Dichiarazione di abbandono embrioni

Scarica


PER PRENOTARE UN PRIMO CONSULTO, PRESSO IL CENTRO 9.BABY DEL POLIAMBULATORIO MEDICART DI TORTONA, CHIAMA LO 0131/866267

Per informazioni di carattere generale sulla procreazione assistita contatta il Numero Verde di 9.Baby : 800642828




medicart2 
Centro di Procreazione Medica Assistita di Secondo Livello affiliato a 9punto Baby dall'esperienza di Tecnobios Procreazione.






 

cerco un bimbo Al femminile Alfemminile